Gli ormoni tiroidei favoriscono un aumento del numero di specifici recettori con cui interagiscono le catecolamine (sostanze chimiche, come l’adrenalina, che trasmettono gli impulsi nervosi a livello delle terminazioni nervose simpatiche).
Ciò avviene principalmente a livello di cuore, muscolatura scheletrica, tessuto adiposo e linfociti.