La Dott.ssa Caterina Mian, Ricercatore Confermato MED 13 – U.O.C. di Endocrinologia, A.O. di Padova, avverte che in italia la iodioprofilassi con sale iodato è ancora insufficiente. Per questa ragione è nato un progetto dedicato ai più piccoli, in collaborazione con la Regione Veneto, per informare le famiglie – proprio attraverso i bambini – dell’importanza di una corretta assunzione di iodio per la salute della tiroide.
A tale scopo è stato realizzato e presentato un quaderno didattico “Il signor Iodio e il signor Poco Sale amici per la pelle“, in cui i bambini imparano in modo giocoso ma serio, cos’è lo iodio e l’importanza di un adeguato apporto nutrizionale.
Accanto al Signor Iodio, il Signor Poco Sale per spiegare il ruolo del sale iodato e il corretto consumo di sale nella dieta.

Scarica il quaderno didattico “Il signor Iodio e il signor Poco Sale amici per la pelle”

 

Per quanto riguarda la carenza iodica, in Italia noi siamo ancora in una situazione di carenza lieve. In generale le regioni del nord tendono a utilizzare più sale iodato rispetto alle regioni del sud, perciò a livello di profilassi con sale iodato dobbiamo fare ancora molta strada. Per questo motivo noi abbiamo pensato di iniziare già dai bambini delle scuole elementari con un progetto educativo sull’importanza del sale iodato e l’importanza dello iodio per la tiroide.
Il progetto si sviluppa con un quaderno didattico in cui insegniamo ai bambini l’importanza dello iodio; quest’anno, grazie al supporto della Regione Veneto, il libretto è stato implementato con la parte riguardante il fabbisogno di sale, quindi insegniamo ai bambini a cosa serve, che non bisogna utilizzarne troppo, e qual è la giusta quantità. Noi riteniamo che, attraverso il nostro progetto, i bambini possano diventare un ottimo “mezzo” per portare l’informazione anche nelle loro famiglie.