La tiroide è responsabile dell’equilibrio e della salute di quasi tutti i nostri organi e quando questa ghiandola non funziona, tutto l’organismo va in sofferenza, come ha spiegato Aldo Pinchera, studioso di fama internazionale, Professore Emerito di Endocrinologia, Università di Pisa, nel corso di un incontro sul tema promosso recentemente a Milano.

“La tiroide – ha aggiunto Pinchera – contribuisce a regolare i processi metabolici, la contrattilità cardiaca, il tono dei vasi, i livelli di colesterolo, il peso corporeo, la forza muscolare, il trofismo della pelle e dei capelli, il ritmo delle mestruazioni, lo stato mentale e ancora tante altre funzioni: un delicato motore che deve lavorare al meglio per mantenere in perfetto equilibrio l’organismo”.

Nonostante la grande importanza che riveste la ghiandola tiroidea nel nostro organismo, l’importanza di una corretta prevenzione sembra non essere sufficientemente percepita dagli italiani, con il 70% di loro che dichiara di non aver mai fatto un esame di controllo della funzionalità della tiroide.
E su questo punto ha particolarmente insistito il professor Pinchera, sottolineando l’importanza di eseguire periodiche prove di funzionalità tiroidea con una semplice analisi del sangue nei soggetti a rischio, quando c’è familiarità, e in età neonatale o in gravidanza.
È con questo obiettivo che ogni anno viene promossa la Settimana della Tiroide, con iniziative dedicate proprio all’informazione e alla prevenzione.
Quest’anno (2012) si svolgerà dal 18 al 25 maggio, con il titolo “La tiroide è donna – La tiroide e la gravidanza”.
Al centro dell’evento ci sarà infatti il tema dell’estrema importanza della prevenzione soprattutto per le donne in attesa di un bimbo, con particolare riguardo nei confronti di una adeguata assunzione di iodio.