I NOSTRI ESPERTI

Cerca una risposta

I nostri Endocrinologi

Se avete dubbi riguardanti qualche possibile campanello d'allarme, se volete un parere sull’efficacia della terapia, oppure un consiglio sulla corretta strategia di integrazione, non esitate a scrivere. Oppure consultate l'archivio delle risposte.

Prof.ssa Laura Fugazzola

Università degli Studi di Milano
Leggi il curriculum

Dott. Augusto Taccaliti

Università Politecnica delle Marche, Ancona
Leggi il curriculum

Prof. Efisio Puxeddu

Università degli Studi di Perugia
Leggi il curriculum

Dott.ssa Rosa Maria Paragliola

Università Cattolica del Sacro Cuore di Roma
Leggi il curriculum

Fai una domanda

Istruzioni: specificare età e sesso e cercare di fornire informazioni complete ma sintetiche, affinché l'esperto possa inquadrare al meglio la problematica e ottenere così una risposta il più possibile precisa. Alla tua domanda verrà assegnato un codice identificativo per consentirti di accedere velocemente alla risposta in qualsiasi momento.

*Campi obbligatori

Indirizzo e-mail*
Domanda*(max 2000 caratteri)

Avvertenza:
Il presente servizio non intende in alcun modo sostituire il consulto medico.
In ottemperanza alla legge sulla privacy i quesiti verranno inviati agli Esperti privi di dati anagrafici (nome e cognome) e indirizzi e-mail. Il testo del messaggio verrà visualizzato e pubblicato così come scritto dagli utenti.

Accetto le condizioni e che PortaledellaSalute.it tratti i miei dati personali in conformità al D.L.196/03

Cerca una risposta

Cerca per codice
Cerca per argomento

DOMANDA:Buongiorno,
Ho 34 anni e Sono appena entrata nella 6ta settimana della mia prima gravidanza. Ho ritirato gli esami del sangue e ho un alto valore di tsh (24), Ma un valore di t4 nella norma. Ho richiesto un appuntamento con un endocrinologo, nel frattempo mi chiedo se il bambino possa aver subito dei danni a causa di questi valori. Grazie in anticipo per la risposta.

RISPOSTA:Gentile Signora,
un valore di TSH di 24 (VENTIQUATTRO) richiede una immediata correzione farmacologica con tiroxina o un adeguamento della terapia (se già in corso) al fine di ridurre al minimo le possibili complicanze fetali. Il consulto va effettuato subito e, se non possibile nei prossimi giorni, si rivolga già da domani al suo medico di base o al ginecologo per iniziare comunque la tiroxina, il cui dosaggio potrà poi essere adeguato dall'endocrinologo.
Cordiali saluti

Continua

Questo sito Web utilizza i cookie. Continuando a utilizzare questo sito Web, si presta il proprio consenso all'utilizzo dei cookie.
Per maggiori informazioni sulle modalità di utilizzo e di gestione dei cookie, è possibile leggere l'informativa sui cookies.